lunedì, gennaio 09, 2017

BABELCUBE - la mia esperienza come scrittore



Carissimi lettori, è un po' di tempo che non aggiornavo questo sito, ma non preoccupatevi sono all'opera da svariato tempo per completare il primo capitolo della mia nuova serie dedicata alle investigazioni sul paranormale: The Lockheart - Paranormal investigations.
In ogni caso oggi non sono qui per parlare dei miei romanzi, bensì per dare un giudizio sulla mia esperienza con babelcube, la nota piattaforma che da la possibilità agli autori di tradurre i propri libri in varie lingue senza doversi svenare.
Ebbene, posso dire che per quel che mi riguarda questa avventura non è stato altro, per il momento, che una perdita di tempo.
Babelcube è semplice, l'interfaccia agile e intuitiva permette a ogni scrittore e traduttore di mettersi in contatto con le varie persone in pochi secondi, ma ciò non toglie che sia davvero difficile trovare qualcuno disponibile alla traduzione.
Su centinaia di nomi infatti, pochissimi risponderanno al vostro appello, vuoi per impegni personali o per altre problematiche legate alle multiple richieste di traduzione.
Alcune volte poi ci ritroveremo davanti a persone che risponderanno al vostro primo appello e successivamente si daranno alla macchia (passatemi il termine) rendendo quindi il vostro romanzo non più disponibile alla traduzione, bloccato per i mesi a venire.
Non vorrei dilungarmi sulle esperienze avute con chi ha risposto alle mie richieste perché non sono quel genere di persona che ama sparlare degli altri, ma anche queste non sono state positive.
In definitiva, babelcube poteva fornire un servizio ottimale se alle spalle ci fossero state delle agenzie professionali e delle regolamentazioni all'altezza delle aspettative.
Per il momento non cancellerò il mio account dalla piattaforma, ma ho perso le speranze di vedere i miei romanzi tradotti in varie lingue.
A tal proposito mi appello ai miei colleghi, se avete trovato delle alternative valide a questo servizio vi prego di aggiornarmi via mail o di scriverlo nei commenti sottostanti, non mi dispiacerebbe infatti vedere qualcuno dei miei bimbi tradotto in inglese, o in tedesco.
Resto in attesa di qualche suggerimento e faccio un grosso in bocca al lupo a chi deciderà di avventurarsi nel mondo di babelcube... tante promesse, ma poca concretezza.

❥Violet

2 commenti:

  1. Oh, che peccato! Avrei tanto voluto usarlo per tradurre T_T ne conosco un altro italiano, ma le percentuali per gli autori fanno pena... prende tutto il traduttore, solo che ora non ricordo più il nome :( hai provato a proporre il tuo titolo ad amazon crossing???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amazon crossing? È la prima volta ke ne sento parlare!

      Elimina